Il primo, e ultimo, Barrito sul ring

Intervista al giovane campione di air guitar, ora anche di wrestling, che però continua a sognare l’Opera

Nel suonare una chitarra immaginaria, non lo batte nessuno: Alessando Veletta è stato due volte campione svizzero di ‘air guitar’. Con il nome Mystic Barrito, si impose per la prima volta nel 2007 a Zofingen ed ebbe accesso alla finale mondiale in Finlandia, dove sfiorò il podio. Nel 2009, al Sommercasino di Basilea, difese il titolo svizzero, ma dopo essere apparso in un ampio servizio di TeleBasel, abbandonò le competizioni perché ‘stufo di viaggiare all’estero’.

Classe 1979, locarnese, a sud delle Alpi è una celebrità. Il suo nome d’arte precedente, Mister Baritono, risente la mancanza della prova più grande: in anni di belcanto con tre insegnanti diversi, ad Alessandro non è ancora riuscito di essere scritturato per un’opera, il suo sogno. Continua, saltuariamente, ad esibirsi in récital, ma la delusione dello scorso ottobre al concorso Porana Lirica, nel quale è stato battuto da tre cantanti coreani residenti a Piacenza, lo ha spinto verso nuove sfide. Il 1° novembre ha preso parte ai campionati svizzeri di sbrinamento parabrezza (Ice Kratzing), e il mese successivo ha cominciato una lunga preparazione atletica in vista del suo primo incontro di wrestling.

Di questo debutto, e del costante bisogno di sperimentare, abbiamo parlato con lo stesso Alessandro in piazza San Rocco a Lugano, al termine di un’esibizione mista lirico-guitar di beneficienza, per la Giornata nazionale sui problemi legati all’alcol.

Sabato 5 maggio, nello spettacolo di Swiss Pro Wrestling al Palamondo di Cadempino, Veletta è apparso come ‘Unbreakable’ e ha combattuto al fianco di Luca ‘Belthazar’ Rusconi, altra promessa ticinese di questa disciplina. I due si sono imposti sugli italiani Corleone & Kobra. Ma ‘è il primo e ultimo incontro, assicura Alessandro. Archiviata anche l’esperienza a Die grössten Schweizer Talente (gareggiò fino in semifinale nell’edizione 2011), Baritono si dedicherà soprattutto alla famiglia: presto sarà padre per la seconda volta.

Alessandro in abiti di scena, dietro le quinte di ‘Die grössten Schweizer Talente’ nel 2011. E i campionati di sbrinamento? Esistono davvero: www.icekratzing.ch.

Leave a Reply